Home / Eventi / Eventi Automobile Club / Automobile Club Milano ha premiato gli Sportivi 2017

Automobile Club Milano ha premiato gli Sportivi 2017

Al centro dei riflettori il campione mondiale endurance Alessandro Pier Guidi, la scuderia Jas Motorsport seconda nel mondiale Wtcc, alcuni protagonisti del Monza Rally Show fra cui il vincitore Carlo Cassina, navigatore di Valentino Rossi. Presso la storica sede di corso Venezia 43, s'è svolta la cerimonia di premiazione degli Sportivi che nel corso della stagione agonistica 2017 hanno tenuto alta la bandiera dell’Automobile Club Milano sulle strade e piste di tutt’Italia e nel Mondo.

Alla presenza del presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, hanno fatto gli onori di casa il presidente dell’AC Milano, Ivan Capelli, insieme ai componenti del Consiglio Direttivo Acm: i vicepresidenti Marco Coldani e Geronimo La Russa con i consiglieri Pietro Meda ed Enrico Radaelli.

Oltre ottanta sono stati i riconoscimenti consegnati a case automobilistiche, piloti, scuderie, dirigenti e ufficiali di gara, davanti ad un folto pubblico di appassionati e giornalisti. Al centro della scena fra i piloti un campione iridato: Alessandro Pier Guidi che nel 2017 ha conseguito il titolo GT nel mondiale Endurance con la Ferrari 488 GTE. Fra le scuderie, invece, risalta il riconoscimento assegnato alla Honda Racing Team Jas, classificatasi seconda nel Campionato costruttori WTCC grazie all’apporto dei suoi piloti Norbert Michelisz, Esteban Guerrieri e Tiago Monteiro.

Altre targhe sono state consegnate alla Scuderia Milano Autostoriche, vincitrice per il terzo anno consecutivo della Coppa Rallye Montecarlo Historique, alla Romeo Ferraris, fornitrice dell’Alfa Romeo Giulietta nel TCR International Series, alla RP Motorsport, vincitori dell’Euroformula Open. Riconoscimenti anche alla MOMO, casa costruttrice di accessori sportivi, e al BVE Racing Team per la promozione dello sport milanese.

Fra i numerosi piloti che hanno ricevuto la coppa dell’AC Milano spiccano, oltre a Pier Guidi, Sabino De Castro, vincitore del Trofeo nazionale GTS, Vito Gianfranco Truglia, vincitore del Campionato italiano velocità autostoriche 1° raggruppamento, Stefano Crespi, primo classificato al Campionato europeo della montagna classe CN2 e Mario Tacchini, vincitore del Trofeo italiano velocità montagna nord RS. Fra le donne pilota premiate, otto in tutto, una segnalazione speciale va a Rachele Somaschini, vincitrice della Coppa delle Dame CIVM e prima classificata under 25 TIVM.

Riconoscimenti sono stati assegnati ad alcuni protagonisti del Monza Rally Show, a partire dal vincitore Carlo Cassina che ha navigato Valentino Rossi nell’ennesimo, il sesto, trionfo in questa manifestazione. Coppe anche a Marco Bonanomi, terzo nella classifica assoluta, e a Gian Maria Gabbiani, primo classificato nella classe R4. L’elenco completo dei premiati comprende anche Stefano Gai, Roberto Colciago, Massimo Arduini, Claudio Giudici ed altri 42 piloti, compresi i giovanissimi Kartisti Daniele D’Urso (anno 2008), Leonardo Megna (anno 2007) e Alessandro Balzarotti (anno 2006).

Sono stati premiati infine con una pergamena inoltre i commissari tecnici Ermes Vezzosi e Angelo Caldarini e 29 ufficiali di gara di AC Milano ancora attivi con licenza da più di 35 anni, in particolare Alberto Angeletti (dal 1971), Claudio Ettori, Alfredo Nespola e Adriano Valtorta (dal 1975).

La serata si è aperta con un confronto sul ruolo e le prospettive dei simulatori nel motorsport che ha visto partecipare al dibattito “Dallo schermo alla pista. Virtuale ma non troppo”, oltre ai presidenti Sticchi Damiani e Capelli, anche il motorsport engineer Giancarlo Bruno, il giornalista Carlo Vanzini (noto telecronista Sky non solo dei Gran Premi di Formula 1 ma anche della Formula 1 ESports Series), il docente del Politecnico di Milano e componente della Commissione Mobilità ACM Roberto Viganò. Presente anche il software developer per Assetto Corse Aristotelis Vasilakos che ha illustrato anche le caratteristiche di un simulatore posizionato nel salone ed utilizzato da numerosi piloti presenti.