Skip to main content

Eventi

  • Notizie Automobile Club

Equipaggi anche fuori provincia per Ruote nella Storia sul Lago Maggiore

Ruote nella Storia 2024 AC VCOScarica l'immagine

Numerosissimi gli equipaggi presenti al 6° raduno storico organizzato dall’Automobile Club Verbano Cusio Ossola in piena linea con lo spirito promosso da ACI Storico coadiuvato da Automobile Club d’Italia.
Domenica 7 luglio la Provincia piemontese, affacciata sul Lago Maggiore, ha ospitato una nuova tappa di Ruote nella Storia, con l’intento di accendere i riflettori su preziosi tesori culturali e patrimoniali del territorio e promuovere il fascino, la bellezza e l’importanza del motorismo storico.

In questa occasione, nonostante il meteo inizialmente poco conciliante, l’Ente piemontese guidato dal Presidente Giuseppe Zagami con la direzione di Sabrina Toaiari ha raggiunto un gradito successo confermato anche dall’entusiasmo dei partecipanti. Ben 40 gli equipaggi presenti, alcuni dei quali provenienti da fuori provincia, e oltre 100 persone a vivere il momento conviviale del pranzo, dopo un tour che li ha condotti da Stresa a Baveno, fino all'Isola dei Pescatori.

-"Nonostante la pioggia della mattinata l’evento è riuscito  - ha tenuto a sottolineare Giuseppe Zagami, Presidente dell’Automobile Club Verbano Cusio Ossola - tutti i partecipanti hanno trascorso una bellissima giornata. Grande la soddisfazione nel vedere la presenza di numerosi equipaggi provenienti da fuori provincia tra cui Genova, Varese Milano e Biella. Quindi centrato l’obiettivo di far conoscere le bellezze e particolarità del nostro territorio, anche al di fuori dai nostri confini. Bellezza che, in questa occasione, si sposa completamente con il fascino intramontabile delle macchine storiche. La visita al colosso di San Bartolomeo detto il ‘San Carlone’ è stato un momento speciale per tutti come la consegna di un piatto in ceramica tipica ossolana a ricordo di questa splendida giornata".-

Grazie anche alla collaborazione importante dell’associazione Corriamo per un sorriso, l’evento del 7 luglio ha visto le meravigliose vetture storiche radunarsi a Stresa. Successivamente gli equipaggi, bagnati da qualche goccia d’acqua che non ha spento in alcun modo l’entusiasmo, si sono recati presso Arona, direzione San Carlone, il colosso risalente al ‘600 disegnato da Giovan Battista Crespi, che ispirò la Statua della Libertà. Dopo le foto di rito, i partecipanti si sono diretti alla volta di Baveno dove, dopo aver parcheggiato le vetture, si sono imbarcati sull’imbarcadero per raggiungere l’Isola dei Pescatori dove si è tenuto il pranzo, tra condivisione e passione, e la consegna dei riconoscimenti per tutti i partecipanti.

Come anticipato anche dal Presidente Zagami, accorata la partecipazione di equipaggi provenienti anche da province ‘fuori porta’ e tra le vetture presenti, pronte ad esaltare la manifestazione con il loro prestigio, anche una Porsche 911 del 1969, una Autobianchi A112 Abarth del 1983, una Jaguar Xj6 4.2 del 1979, una VW Maggiolino del 1966, una Maserati Biturbo del 1984 solo per citarne alcune tra le tante meraviglie.
La soddisfazione e il successo lasciano tutti i buoni propositi per un’edizione 2025 di Ruote nella Storia con l’AC VCO, intanto il format torna per la stagione 2024 il 14 luglio con due appuntamenti organizzati, rispettivamente, da AC Caserta e AC Vibo Valentia.

Torna su