Skip to main content

Dettaglio evento

  • Notizie Automobile Club

Un viaggio nel tempo con Ruote nella Storia nel tarantino

Ruote nella Storia AC Taranto 2023Scarica l'immagine

Nella terra Ionica, e più in particolare nella Provincia di Taranto, il viaggio di Ruote nella Storia è stato un vero tour a ritroso per scoprire le bellezze tramandate nei secoli e appartenenti ai popoli che le hanno abitate lasciando impresse testimonianze di una cultura ricca di fascino. Domenica 3 dicembre il raduno dedicato alle auto storiche e nato dalla sinergia tra ACI Storico e Automobile Club d’Italia ha offerto un’altra tappa interessante, nella quale la passione per il motorismo storico e per la sua importanza si è legata, ancora una volta, alla riscoperta di territori unici intrisi di storia e bellezza. 

In questa occasione lo scenario è stato solcato dalla tradizione tramandata nei secoli e che affonda le sue radici tra gli Spartani e Messapi che hanno abitato la Puglia. Un viaggio attraverso la storia reso possibile grazie alla collaborazione fondamentale e imprescindibile dell’Automobile Club di Taranto, presieduto dal Rag. Giuseppe Lessa e diretto dalla Dott.ssa Patrizia Corcione
-“Seconda edizione di Ruote nella Storia - ha tenuto a precisare la Direttrice di AC Taranto, la Dott.ssa Patrizia Corcione - giornata splendida passata attraversando territori stupendi e arricchita dalle visite museali, che sono state molto apprezzate. Il pranzo è stato il momento che più ha avvicinato tutti i partecipanti creando un clima familiare e di condivisione, con una grande passione, quella per le auto storiche, che ci unisce tutti. Durante il pranzo, inoltre, abbiamo premiato gli equipaggi che hanno preso parte alle prove cronometrate. Posso dire che è stata una bellissima giornata in cui si è svolto un bellissimo viaggio nella storia”.-

La manifestazione è partita dal Castello di Faconibus, che si trova a Pulsano, grazie al quale i partecipanti all’autoraduno hanno potuto percorrere un viaggio nel tempo indietro di diciotto secoli, prendendo parte anche ad un’interessante visita guidata. Il secondo momento è stato verso le campagne dell'Alto Salento, immerse in un paesaggio caratterizzato da distese sterminate di filari d'uva Primitivo, vitigno anch’esso gran viaggiatore proveniente dai vicini Balcani. Proprio in questi paesaggi suggestivi, gli equipaggi, che lo hanno desiderato, si sono cimentati nelle prove di regolarità cronometrate.
Ulteriore tappa di Ruote nella Storia del 3 dicembre è stata Manduria, la terra dei Messapi, popolazione autoctona che per lungo tempo rivaleggiò con la crescente influenza della neonata Taranto. Qui la visita guidata al Museo della Civiltà Messapica, di recente apertura.

Un bellissimo viaggio nella storia di una terra ricca di aspetti da raccontare che ha reso unica anche questa tappa di Ruote nella Storia, nella quale come sempre protagoniste indiscusse sono state le vetture d’epoca simbolo di un’evoluzione motoristica che affonda le sue radici nella bellezza e nell’accuratezza di cotanti modelli dal fascino esclusivo. Tra gli equipaggi partecipanti, ben 26, automobili bellissime come un’Alfa Romeo 75, un’Alfa Giulia GT Scalino, una Lancia Ardea (ante guerra), una Lancia Fulvia, una Porsche 914 e una Ferrari Daytona il cui alettone è stato progettato dall'Ing. Nicola Materazzi, lo stesso che progettò la F40.

Con tutti i presupposti per una terza edizione di Ruote nella Storia con l’AC di Taranto, la manifestazione ritorna ancora il prossimo 13 dicembre 2023 con l’Automobile Club Vibo Valentia e i prossimi 16 e 17 dicembre 2023 con l’Automobile Club Potenza.

Torna su